Project Description

Memories nasce, all’interno del Gruppo di Supporto Fotografi Pigri di Sara Lando nel 2013,  come progetto personale.

L’acqua è l’elemento ancestrale, conduttore del progetto,  che descrive lo scorrere del tempo, delle stagioni, il cristallizzarsi di certe sensazioni  e di immagini fisse di un percorso di crescita, il vuoto e il senso di solitudine, la visceralità dei rapporti.

Prerogativa dell’infanzia è essere in grado di passare con estrema naturalezza da una sentimento o da una reazione opposta all’altra.
Sentimenti intuibili, racconti nascosti ma non dichiarati, dolori marginali ma non espressi, mancanze e vivide sensazioni che si fissano nei bambini e in immagini senza tempo che sono riprodotte attraverso di essi e che si celano senza dichiararsi completamente sembrando vivide rappresentazioni oniriche.

Sara Lando nel commentare le immagini presentate: “C’e’ una visione dell’infanzia che non e’ scontata, che non cerca di mostrare i bambini come creature innocenti , ma che non tira nemmeno nella direzione opposta. E’ come se mostrassero la persona adulta che si sta sviluppando all’interno del bambino, ma che non sa ancora che direzione prenderà. C’e’ un senso di sospensione e di attesa”.